Azioni Apple: resta interessante investire e comprare

Azioni Apple: resta interessante investire e comprare

La situazione economica in Italia presenta diverse difficoltà che condizionano, naturalmente, anche gli investimenti. Nel Bel Paese, l’onere del debito è maggiore in rapporto alla crescita nominale del PIL, un dato ancora più rilevante se confrontato con quello degli altri Paesi del mondo.

Inoltre, per quanto riguarda la popolazione, nel 2018 è stato registrato il sorpasso degli over 60 (28,7%) sugli under 30 (28,4%), fenomeno che non si verificava da circa sessant’anni. Il calo delle nascite implica un minor numero di persone pronte a entrare nel mondo lavorativo, con una diminuzione dei contributi futuri versati all’INPS.

Parallelamente, più anziani comportano maggiori uscite per le casse dell’INPS, dato che potrebbe collassare il sistema pensionistico italiano. Tuttavia, se la materia pensionistica è risolvibile attraverso una corretta politica finanziaria, preoccupa molto il dato demografico. Con tali presupposti, conviene ancora investire in Italia?

Investimenti in Italia: conviene ancora investire?

Riguardo al mercato azionario, è bene partire da un dato: l’indice italiano FTSE Mib, all’interno di quello azionario globale MSCI All Country, pesa meno dell’1%. Di conseguenza, puntare sul mercato azionario italiano vuol dire effettuare un investimento che, nel panorama mondiale, influisce meno dell’1%.

Le buone notizie arrivano, invece, dai BTP, titoli di Stato a medio-lungo termine, con un positivo rendimento dentro un quadro generale obbligazionario caratterizzato da tassi sfavorevoli.
In questo senso, i titoli di Stato italiani restano particolarmente interessanti per i risparmiatori.

Il Governo italiano, inoltre, può modificare in piena autonomia i tassi di interesse e le scadenze dei BPT, quindi le condizioni in corso d’opera. Alla luce di queste considerazioni, si suggerisce vivamente di diversificare gli investimenti, in maniera tale da non esporsi a eccessive concentrazioni di rischio. Questo perché la diversificazione, generalmente, premia gli investitori e limita di parecchio i rischi.

Azioni Apple: ultimi dati

Notizie positive arrivano anche dalle azioni Apple che, negli ultimi tempi, hanno registrato un eccellente balzo in avanti, registrato anche dai broker di forexbrokeritalia. Gli introiti del colosso statunitense sono cresciuti dell’11% su una base annuale pari a 59,7 miliardi di dollari. Apple ha fatto registrare un incremento delle entrate riguardante tutte le sue aziende: iPad, iPhone, Mac, servizi cloud e cuffie. L’estate scorsa è stata un trimestre d’oro per il colosso tecnologico, a conferma del ruolo di primo piano rivestito da Apple a livello mondiale.

Al contrario, però, dopo un dominio mondiale di circa 10 anni, iPhone, il prodotto per eccellenza di Apple, non è più in cima alla classifica delle vendite di smartphone: a superarlo è stata l’azienda cinese Huawei. Ecco perché, agli inizi del 2019, il titolo Apple ha subito un calo, dato che ha convinto l’azienda statunitense a puntare su servizi e software.

Un’evoluzione per contrastare efficacemente il calo del titolo che, in seguito a una perdita anche del 10%, ha ripreso a salire.
Infatti, dopo una lunga e costante crescita di 13 anni, le azioni Apple nel primo trimestre del 2016 hanno conosciuto una storica diminuzione di fatturato, passato da 58 miliardi di dollari a 50 miliardi. Un calo fortemente condizionato dalle vendite degli iPhone, dieci milioni in meno in soli tre mesi.

Ma qual è oggi il parere degli esperti? I pareri sono contrastanti: qualcuno suggerisce di acquistare le azioni dell’azienda americana, altri di venderle. Tuttavia, le azioni Apple restano un investimento importante a lungo termine, in virtù di dividendi buoni e della fama mondiale del colosso statunitense.

In fondo, nonostante la pandemia del Coronavirus che ha condizionato in negativo tutti i settori commerciali e l’aspra competizione con la Cina, Apple ne sta uscendo illesa. A confortare questa tesi, l’incremento delle vendite dei dispositivi elettronici, favorito anche dalla domanda proveniente proprio dalla Cina.

Azioni Apple: investire attraverso CFD

Sono diverse le modalità per gli investimenti in azioni Apple. Una delle più usate è riconducibile ai CFD (Contracs For Difference), che consentono di profittare dell’andamento di specifici titoli senza entrare in Borsa. I CFD consentono, infatti, la stipula di un contratto con un broker che replicherà perfettamente il percorso delle azioni del gigante statunitense in Borsa.

Attraverso i Contracs For Difference, non si acquisterà il titolo materialmente, permettendo di economizzare sulle spese burocratiche gestionali. Inoltre, investire in azioni Apple è possibile con qualunque broker online autorizzato regolarmente a proporre tali servizi.

Seguendo questa logica, si consiglia di prestare particolare attenzione al broker da scegliere, che deve essere autorizzato a operare dalle autorità competenti in materia.

La morale è, in definitiva, sempre la stessa: investire e far fruttare i propri capitali è possibile solo con una certa conoscenza del campo e tutte le attenzioni del caso. Viceversa, i rischi aumentano notevolmente quando si ignora completamente una materia complessa come quella degli investimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *