Software gestionale aziendale: strumento vitale per il lavoro

Software gestionale aziendale: strumento vitale per il lavoro

Prima di entrare nella definizione di software gestionale aziendale dobbiamo considerare la complessità di un’azienda piccola, media o grande dall’inizio quando ancora è nella fase di start-up fino a quando evolve introducendo magari nuovi prodotti, servizi o rami di vendita settoriali. L’automazione di conti, schemi, calcoli, scrittura di appunti diventa uno strumento vitale per il lavoro delle aziende e nelle aziende, un’automazione che può essere prodotta dall’azienda stessa magari con un team tecnico proprio oppure da un’azienda esterna specializzata nella produzione di strumenti informatici come i software gestionale aziendale.

Software gestionali aziendali: i più rischiesti e importanti da imprenditori e professionisti

La parola software nel mondo informatico accompagna hardware. Ware significa merce, quindi sia software che hardware sono prodotti, elementi che si vendono, si scambiano, si trasmettono in generale uniti pur essendo diversi, il software necessita di un apparecchio fisico per poter essere utilizzato.

Soft significa morbido, leggero e intende quindi l’insieme di istruzioni che compongono il programma; hardware invece, collegato al significato di duro, fisico, tangibile intende il computer con tutte le sue componenti.  La gestione aziendale invece riguarda la vendita di merci, prodotti e servizi, la gestione di tutte le informazioni e i dati collegati alla produzione di queste merci, prodotti e servizi, riguarda il magazzino dei prodotti da vendere, delle materie prime o di cancelleria, mobilio e altri materiali utili al lavoro, riguarda anche l’analisi di costi, andamento finanziario, strategia, concorrenza, eccetera. Questa logica essenziale viene confermata dalla realtà, i software gestionali aziendali più richiesti sono per la contabilità compresi per la fatturazione, per la gestione del magazzino. Si uniscono si software gestionali per analisi finanziaria, budgeting, logistica, produzione, acquisti, vendite e cassa tutti con micro funzioni utili alla complessitù della gestione aziendale, economica e commerciale.

Erp e Sap: due sigle da non confondere

Erp e Sap sono due sigle importanti nel settore dei software gestionali aziendale ed è importante non confondere il significato. ERP significa Enterprise Resource Planning, sigla ed espressione sono state coniate da SAP, una realtà aziendale multinazionale. ERP indica quindi un sistema informativo, un’ifrastruttura informatica dove sono collegati tutti i processi e le funzioni dell’azienda, quindi della gestione aziendale. Sap è una società tedesca specializzata nella produzione di sistemi informatici business ERP, collabora con altre realtà del settore certificando i software gestionali aziendali prodotti.

Tutte le aziende possono usufruire dei vantaggi di un software gestionale aziendale con struttura ERP. Piccole e medie imprese potranno ridurre tempi e costi di lavoro nelle fasi di programmazione che permetterà di costruire una struttura di analisi e report anche su dati complessi e molto integrati/incrociati tra loro.

Software Erp e curiosità storiche

Il concetto di pianficiazione delle risorse d’impresa (Erp) è storico così come gli strumenti che permettono di integrare dati, funzioni e azioni di un’attività economica, commerciale e finanziaria. Il settore ICT ha tratto i migliori clienti e ispirazioni dall’economia pre creare gli strumenti e i software migliori. I primi software Erp nascono per unire gestione contabile con magazzini e approviggionamento, dopodiché si uniscono altre esigenze per l’analisi finanziaria ed economica (entrate, uscite, trend). Le prime soluzioni informatiche con struttura di software però nascono soprattutto nel 2000 per i settori auto, vendite al dettaglio, meccanica e edilizia, prima di questa data le soluzioni automatizzate erano limitate soprattutto al calcolo numerico e alla costruzioni di elenchi, queste funzioni con il tempo si sono unite ad altre in grafiche semplici da leggere, interpretare e usare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *